17
Feb
2015
0

“The Wedding Planner – Prima o poi mi sposo”

Se avete voglia di un po’ di romanticismo anche quando non è San Valentino, vi consiglio un film che annovero tra i miei preferiti. Nonostante risalga al 2001 e nonostante le critiche per lo più negative, resta una delle storie più dolci che amo vedere e rivedere. The Wedding Planner – Prima o poi mi sposo è una commedia americana interpretata da Jennifer Lopez e Matthew McConaughey, che è valsa alla Lopez anche la candidatura ai Razzie Award come Peggior Attrice – ingiustamente, secondo me. Ma passiamo alla storia.

Mary Fiore è un’ambiziosa ragazza che organizza matrimoni perfetti e il suo obiettivo è diventare socia dell’agenzia per cui lavora. Suo padre, un italiano, vorrebbe vederla sistemata così le fa incontrare un suo vecchio compagno d’infanzia, Massimo, da sempre innamorato di lei. Ma Mary non è affatto interessata a lui e si focalizza sulla carriera. Così, quando riesce ad accaparrarsi l’organizzazione del matrimonio di Fran, una ricca ereditiera di San Francisco, si fa prendere dall’entusiasmo e mentre comunica la notizia per telefono un tacco della sua scarpa rimane incastrato in un tombino in mezzo alla strada. Prova a liberarsi ma nel frattempo un taxi urta contro un bidone della spazzatura che la la investirebbe se non fosse per l’intervento di un uomo che si getta su di lei e la salva. Mary sviene e quando si risveglia è in un ospedale pediatrico. Infatti, Eddie, il bel giovane biondo che l’ha salvata, è un pediatra. Penny, amica e collaboratrice di Mary, con la scusa di ringraziarlo, lo invita insieme a loro in un parco dove trasmettono vecchi film all’aperto. Penny, ovviamente, si defila alla svelta con una scusa, lasciando Eddie e Mary da soli. Mentre ballano insieme stanno per baciarsi, ma vengono fermati da un improvviso temporale. Quando il giorno dopo Mary si incontra con Fran, quest’ultima le fa notare la sua aria sognante e Mary le racconta ciò che era successo la sera prima. Ma quando si ritrovano ad una scuola di ballo per prendere lezioni in vista del matrimonio e Fran le presenta il suo promesso sposo, Mary scopre con orrore che si tratta di Eddie. Arrabbiata con lui, lo tratta male e lo respinge. Mary pensa anche di abbandonare l’organizzazione del matrimonio, poi decide di mandare avanti la professionalità e di tenere a bada il cuore. Quando si reca con Fran e Eddie alla tenuta dei genitori della sposa, vengono raggiunti da Massimo che si presenta come il fidanzato di Mary. Stavolta è Eddie ad arrabbiarsi con lei per averle tenuto nascosto il suo legame. Mary allora se la prende con suo padre, che la spinge a sposarsi per forza anche se non è innamorata. Ma suo padre le fa capire che l’amore a volte può essere coltivato e che può crescere con pazienza nel tempo, come era successo tra lui e sua moglie. Confusa da questa inaspettata rivelazione, Mary continua a seguire le fasi di preparazione del matrimonio e, ormai rassegnata, diventa amica di Eddie, anche quando Fran deve partire per un viaggio d’affari. Mentre scelgono dei fiori, Mary incontra il ragazzo che avrebbe dovuto sposare e che l’aveva tradita alla vigilia delle nozze con la donna tuttora al suo fianco, diventata sua moglie e incinta del loro figlio. Depressa, si ubriaca e viene riportata a casa da Eddie, che rimane con lei mentre si sfoga delle proprie delusioni. Eddie se ne va per tornare poco dopo e dichiararle i propri sentimenti, ma Mary dichiara di rispettare Fran e di non dover sapere altro di lui se non la misura del suo smoking. Il giorno dopo, Fran torna in anticipo per comunicare a Mary le sue perplessità riguardo al matrimonio e all’uomo che conosce fin dai tempi del liceo e che sta per sposare. Mary raccoglie tutte le sue forze e con la morte nel cuore convince Fran che i suoi dubbi sono dettati solo dalla paura del passo che sta per fare. Intanto, accetta la proposta di matrimonio di Massimo e inizia ad organizzare la propria cerimonia. Così, nello stesso giorno, Mary firma il contratto e diventa socia dell’agenzia, come aveva sempre desiderato, poi lascia a Penny la direzione del matrimonio di Fran e Eddie per scappare in municipio e sposarsi. Ma mentre Eddie chiama in disparte Fran e discutono del loro futuro, anche Mary combatte una battaglia con se stessa. Alla fine, sia Eddie che Mary prendono la stessa decisione…

 

 

Non capisco davvero perché la critica si sia tanto accanita contro questo film e i suoi protagonisti, quando attrici anche molto più affermate o storie tanto esaltate non sono state capaci di emozionarmi in questo modo. La Lopez recita la parte di una ragazza qualsiasi ma anche di se stessa, alla ricerca del grande amore, come quello delle favole, come nei sogni di ogni donna. Mary organizza matrimoni perfetti per coppie più o meno perfette, ma non è in grado di sistemare la propria vita. E Eddie-McConaughey è il classico bello e impossibile, l’uomo che sa essere dolce e romantico e incarna il tipo ideale. La trama è avvincente e ben costruita, secondo gli schemi classici della commedia degli equivoci e degli intrecci tra situazioni apparentemente distanti tra loro. Altrettanto classici sono i luoghi romantici per eccellenza, come il parco in cui vengono trasmessi film all’aperto. Così Fran è la ragazza ricca e capricciosa che non sa bene cosa vuole. Massimo è il tipico amico d’infanzia da sempre innamorato di Mary disposto a tutto pur di averla con sé e renderla felice. E poi le situazioni imbarazzanti, gli equivoci, i siparietti dei membri della comunità italiana, gli incidenti, le allusioni, gli incontri fortuiti che sono l’occasione per gettare la maschera e lasciarsi andare alle confessioni. Divertente, romantico, pieno di dolcezza e tenerezza, probabilmente è stato criticato perché manca di peperoncino e di scene bollenti, come ci si aspetta quasi sempre da una commedia. Insomma, due ‘belli’ come la Lopez e McCounaghey avrebbero fatto faville con qualche bacio ardito e qualche scena hot. Invece, qui bisogna solo aspettare per sperare in un semplice bacio, castissimo, senza alcuna implicazione sessuale, ma dettato da sentimenti allo stato puro. Al massimo, potremo scoprire perché è meglio mangiare solo i confetti marroni rispetto a tutti quelli di altri colori. E se questo poteva risultare noioso quattordici anni fa, quando è uscita la pellicola, figuriamoci adesso, quando siamo abituati alle prestazioni straordinarie di Anastasia e Mr.Grey!

Ti potrebbe interessare

Cercasi Principe Azzurro
“Storie di una wedding planner Collection #1”
“Storie di una wedding planner #3 – Robert & Vanessa”
“Storie di una wedding planner #2 – Adam & Sarah”

Lascia un Commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi