27
Sep
2011
0

La pittura spaziale di ANTONELLA CEDRO

ANTONELLA CEDRO è una mia cara amica, oltre che una bravissima pittrice e una persona meravigliosa. Oltre che sicura del fatto suo. Quando le ho chiesto di scrivermi due righe sulla sua carriera artistica, mi ha spiazzato scrivendosi da sola il curriculum e … Ma è inutile che aggiunga altro. Da questa esperienza potrette capire quanto l’arte si annidi nelle menti e nelle anime di persone apparentemente semplici, ma parecchio speciali!

“Sono Cedro Antonella e questo è il mio breve curriculum di presentazione .

Mi sono diplomata all’Istituto Statale d’Arte di Arezzo, con successivo diploma di specializzazione in grafica pubblicitaria di tre anni a Firenze .
Ho lavorato presso architetti nel campo dell’arredamento e della grafica designer.
Ho collaborato per progetti e realizzazioni di cartelloni pubblicitari,sia per enti pubblici che privati.
Dal 1994 assieme ad altre due pittrici, abbiamo creato un gruppo “Eva,Eva,Eva”, e assieme organizzavamo mostre in varie parti d’Italia, partecipando a concorsi e collettive. Siccome tutte e tre avevamo sia un lavoro fisso, che una famiglia da curare questo ci permetteva di dividere le spese e le varie presenze per curare le mostre. Poi le nostre strade si sono divise per motivi familiari.
Per continuare a coltivare la mia passione, la pittura, mi sono aggregata ad associazioni culturali di zona, in modo da non perdere quel filo di eventi per me molto importanti. Sono riuscita ad organizzare una mia personale in Austria a Vienna,con tanta soddisfazione.
Ho collaborato con le scuole delle mie figlie all’inserimento delle tecniche pittoriche, e di varie nozioni artistiche, in particolare sul colore. Lo scopo del laboratorio artistico, infatti, è quello di promuovere il gusto del bello e la maturazione delle capacità percettive, visive, manipolative del bambino, dandogli la possibilità di esprimersi attraverso la ricchezza dei colori.
Fortunatamente, riesco realizzare le mie opere per un mercato privato, impiegando anche la notte se necessario.
Spero sempre che le giornate diventino di trenta ore in modo che le sei in più possa dedicarle tutte alla pittura!”

Antonella Cedro via Lavarelli Pitti 67.Arezzo
Tel:0575 353584. cel: 338 6973552.
E-mail:antonella.cedro@virgilio.it

DICONO DI LEI:

“La sintesi grafica e la ricerca dello sperimentare materiali e tecniche, richiamano nella pittura di Antonella il primitivismo e l’informalità delle avanguardie del Novecento, arrivando all’immediatezza dell’action painting. Uno stile personale e primigenio, arcaico, complessivamente elementare. Nelle grandi tele, l’emozione delle linee che danzano, curvano e si contorcono diventando figure,volti, corpi, simboli, visioni oniriche che incantano lo sguardo … Colpisce l’energia cromatica, passione e mistero di segreti sussulti ed intimi universi. Quel che si manifesta di fronte a gli occhi suggerisce d’indagare e ricercare, così lo spettatore partecipa, immagina, fa propri quei mondi che al principio sembravano così lontani, scoprendosi vicino alla forza matriciale istintiva ed inconscia che tutto genera e comanda” (Mirco Monnanni)

“Le immagini irrompono leggiadre nell’animo di chi osserva. Lo sguardo scruta labili volti, ignoti ed irregolari e corpi evanescenti avvitati in un fitto intreccio. Un riflesso accende la danza dei colori e dona voce alle labbra serrate e nuova luce agli occhi assenti. Ed ecco quei volti delinearsi ed i corpi immobili fluttuare assumendo le sembianze di una persona cara di un tempo ormai trascorso. E tutto diventa più chiaro:quello che sembra fermo,lontano ed infinito,è il tocco del pennello di una artista sull’immacolata tela della vita” (Desirè Fasano, scrittrice)

“Emergono dalle tele linee curvate in forma di persone, linee che sono già contenuto, percorso che ha già in sé la méta. E suggeriscono in qualche misterioso modo il viaggio delle stagioni, l’oro del grano, l’ombra della terra e un azzurro sporco di cielo, che si confondono con la trama del tessuto” (Daniela Piegai, scrittrice)

“…Antonella mi parla del suo lavoro, delle tante ore che vorrebbe dedicare alla pittura, mi dice che la grinta è tanta, e traspare dalla sua ricerca pittorica, nata ora, ma meditata da tanto. Le sue figure sono l’intimo segreto dell’uomo, le delicate velature del colore ci parlano di una dolce poesia, quella riferita ai segreti dell’anima, a un mattino, forse quello di domani, ad un oceano pieno di paesaggi interiori … “ (Luciano Radicati, pittore)

“ Si presenta come una sperimentazione, per la maggior parte molto ben riuscita, di un linguaggio non completamente definitivo, ma capace comunque di suscitare emozioni e concretizzato in superfici bidimensionali, molto elaborate e dominate da figure fantasmatiche. Soluzioni quasi parietali, eseguite con tecniche varie, nelle quali lontane e inconsce memorie vengono in superficie dando vita e rilievo ad entità antropologiche fantastiche, che nella loro scomposizione fisica sono da un lato caratterizzate da una favolosa e surreale vaghezza, dall’altro invece sono cadenzate da una sottilissima geometria, scultoreità avvertibile in particolare negli ovali dei volti e in molti casi non priva di accenti, oserei dire addirittura quattrocenteschi vicini al Laurana.”(Liletta Fornasari, critico d’arte)

“Le opere di Antonella Cedro raccontano le sensazioni attraverso le forme e colori a volte vivaci, a tratti cupi. Si viaggia nell’anima dell’autrice, con lei, seguendo la sua sensibilità nell’attraversare ciascuna esperienza della vita reale che la incita a trasmettere un messaggio sulla tela, che sia di gioia, di tristezza, di sconforto, di amore … Uno stile originale, ma semplice nella sua limpida trasparenza, seppure con allusioni e metafore e perfino ironia. Antonella riesce a coniugare la tecnica ad una profondità di forme e soggetti che induce alla riflessione sull’individuo e sull’essenza della vita stessa.” (Laura Bondi)

Conosco Antonella da molti anni, ormai. Ho seguito la sua carriera artistica, visitando le sue mostre, allestite in angoli suggestivi della provincia aretina, e anche all’estero.
Ma la sua arte è solo una maschera, dietro la quale si nasconde una persona di grande carattere. Antonella ti guarda dritto in faccia con i suoi profondi occhi neri, ai quali non puoi sfuggire. Quello che non sai, è se quello che sta dicendo è uno scherzo oppure no.
Cercherò di farvela conoscere, avvertendovi che non sarà una cosa seria (o forse sì!).

Allora Antonella, raccontaci della tua carriera artistica. Quando hai fatto il tuo primo dipinto, o quando hai avuto l’idea di farne uno? E chi ti ha ispirato?

BHA, A DIRE IL VERO NON C’E’ UNA DATA PRECISA D’INIZIO ALLA MIA CARRIERA ARTISTICA. E’ UNA DOTE NATURALE, FIN DALL’ASILO ERO PREDISPOSTA ALLE ARTI E ALLE TECNICHE. ALLE ELEMENTARI LA MAESTRA HA SEMPRE LASCIATO SPAZIO PER I MIEI DISEGNI, CHE RISPETTO AGLI ALTRI ERANO I PIU’ COLORATI, I PIU’ COMPLESSI, I PIU’ GRANDI (INCOLLAVO DUE FOGLI PERCHE’ UNO SOLO NON MI BASTAVA: HIHIH!). ALLE MEDIE, LA PROFF MI HA INSEGNATO DIVERSE TECNICHE PER POI PROSEGUIRE ALLE SUPERIORI CON INDIRIZZO ARTISTICO. IL MASSIMO DEI VOTI L’HO SEMPRE RAGGIUNTO NELLE MATERIE ARTISTICHE, IN STORIA DELL’ARTE E ITALIANO, PER IL RESTO LA SUFFICIENZA BASTAVA. A LIVELLO DI PRODUZIONE ERO TREMENDA: SE GLI ALTRI FACEVANO 3 TAVOLE, IO MINIMO LE TRIPLICAVO, TANTO ERA LA VOGLIA DI DIPINGERE.

Come hai iniziato ad esporre le tue opere? Sei stata consigliata da qualcuno?

LA MIA PRIMA VERA MOSTRA PITTORICA E’ STATA UN PO’ UNA SFIDA, INSIEME AD UNA RAGAZZA CHE NON ERA UNA CIMA, MA AVEVA L’OPPORTUNITA’ DI ESPORRE. MI CHIESE SE VOLEVO PARTECIPARE. IO FRA ME PENSAI: “CAVOLI, SE ESPONE LEI, PERCHE’ NON IO?????” E COSI’ FECI LA MIA PRIMA COLLETTIVA. DA LI’ HO CONTINUATO INSIEMA ALLA STESSA RAGAZZA E AD UN’ALTRA PER ANNI: TRE PITTRICI ARETINE DIVERSISSIME PER STILE E CARATTERE, UNITE DALLA GRANDE PASSIONE PER LA PITTURA. INOLTRE, FACENDO COLLETTIVE POTEVAMO DIVIDERE LE SPESE. IN SEGUITO ABBIAMO CONOSCIUTO MICHELE LOFFREDO IL CRITICO D’ARTE, MA, SI SA, COME TUTTI I CRITICI, PORTA AVANTI SOLO CHI GLI PIACE. ED IO … ERO LA SUA PRESCELTA! MI HA PORTATO AVANTI IN VARIE MOSTRE E COLLETTIVE, CON RECENSIONI ( A CARO COSTO PER LE MIE TASCHE!) E TUTTO QUELLO CHE SERVIVA PER PUBBLICIZZARMI. PIU’ TARDI, GRAZIE AD UNA MIA AMICA AUSTRIACA, HO ESPOSTO A VIENNA, IN AUSTRIA (DOVE L’AFFITTO DELLA SALA ESPOSITIVA ERA MOLTO MENO CARO!). DA SOLA STAVOLTA, PERCHE’ NEL FRATTEMPO LE ALTRE AMICHE MI AVEVANO ABBANDONATO PER MOTIVI FAMILIARI. IO, INVECE, NON HO MOLLATO NONOSTANTE LE FIGLIE PICCOLE (ALLORA), LA RESPONSABILITA’ DI RUOLO NEL LAVORO … HO RALLENTATO IL RITMO DELLE ESPOSIZIONI, MA IL DIPINGERE MAI!

Come riesci a conciliare il lavoro con la passione per l’arte?

NON RINUNCIO ALLA MIA PASSIONE. PIUTTOSTO DIPINGO LA NOTTE, SE NECESSARIO. MI SONO ORGANIZZATA NELLA PREPARAZIONE DELLE TELE, HO UN SISTEMA DI ORGANIZZAZIONE CHE PORTO AVANTI DA SEMPRE, E PER ADESSO FUNZIONA!

Hai mai pensato che l’arte potesse diventare anche il tuo lavoro?

DOMANDA A CUI NON POSSO RISPONDERE, PERCHE’ PURTROPPO NON CI SI CAMPA CON LA PITTURA. O MEGLIO, NOI DONNE NEL MONDO DELL’ARTE SIAMO STATE, E SEMPRE SAREMO, PENALIZZATE.
HO FATTO UNA SCELTA DI VITA, QUELLA DELLA FAMIGLIA, UN LAVORO SICURO CHE MI PERMETTE DI VIVERE, POI LA PITTURA. I CANONI DI STILI TIPICI DELLE GALLERIE NON E’ CHE MI PIACCIANO MOLTO. TI SPIEGO: COME TUTTE LE AZIENDE CHE SI RISPETTANO, IN QUALSIASI CAMPO LAVORATIVO, SE SEI “SOTTO” A QUALCUNO DEVI RISPETTARE I TEMPI DI CONSEGNA, SFORNARE I QUANTITATIVI NECESSARI, METTERE IN PRODUZIONE QUELLO CHE VOGLIONO GLI ALTRI … NO, ASSOLUTAMENTE NO! GIA’ SONO INCASTRATA IN UN SISTEMA LAVORATIVO DOVE REGNANO LE REGOLE E NON SONO AMMESSE AZIONI ESTEMPORANEE, FIGURATI SE ANCHE NEL MIO “MONDO” MI FACCIO COMANDARE … NO, QUINDI! IO NELLA MIA ARTE FACCIO QUELLO CHE VOGLIO, SENZA MA E SENZA PERCHE’! SE PIACCIONO, BENE, SE NO, NON MI IMPORTA UN FICO SECCO DEL GIUDIZIO DEGLI ALTRI!

Quali sono i tuoi esempi nella storia dell’arte?

I MIEI ESEMPI NELLA STORIA DELL’ARTE SONO I MAESTRI NEL NOVECENTO, PAUL KLEE, MIRO’, KANDINSKI, PICASSO, SCHIELE, KLIMT, E TUTTI GLI ALTRI

Come ti nasce l’idea di un dipinto? E come la realizzi: parti da uno schizzo e poi viene tutto da sé o ci pensi prima su?

COME NASCE UN QUADRO???? BHO’, NASCE E BASTA! NON E’ CHE MI SVEGLIO E PROGRAMMO DI DIPINGERE. POSSO AVERE UN ATTACCO D’ARTE MENTRE CUCINO, O MENTRE FACCIO LA COLF … HAHAHAH!!!! E’ VERO, IO NON DISEGNO, DIPINGO E BASTA. IL SOGGETTO NEI QUADRI E’ RELATIVAMENTE IMPORTANTE, CERCO DI TRASMETTERE EMOZIONI ATTRAVERSO IL COLORE.

Piccole artiste crescono: tua figlia Beatrice segue le tue orme, e, a quanto sembra, sta superando la mamma. Le insegni qualcosa, o lei fa tutto da sola?

HO DUE FIGLIE, UNA DI 17 E UNA DI 11 ANNI. ENTRAMBE HANNO ASSAPORATO LA PITTURA, I COLORI, I PASTICCI DELLA MAMMA, MA, SI SA, COME TUTTE LE COSE, SE LE HAI SEMPRE A DISPOSIZIONE, NON LE CONSIDERI PIU’ DI TANTO, E COSI’ FANNO COME VOGLIONO. LA BEATRICE SI IMPEGNA UN PO’ DI PIU’, MA DEVE AVERE VOGLIA, E PER AVERE VOGLIA E DISPONIBILITA’ DEVE ANNOIARSI A MORTE DI TUTTO IL RESTO … HAHAHA!!!!!

Hai mai pensato di pubblicare le tue opere in un libro fotografico?

L’IDEA DELLA PUBBLICAZIONE DEI MIEI LAVORI IN UN LIBRO MI FA VERAMENTE GOLA, CI STO PENSANDO SERIAMENTE, MA TUTTO RIMANE NEL MIO MONDO DI SOGNO. IN QUESTO MOMENTO DI CRISI MI SEMBRA UN’IMPRESA MOLTO ARDUA PER LE MIE TASCHE, MA DA NON TRALASCIARE. E, COME AL SOLITO, NON HO SPONSOR CHE MI FINANZINO PER LA PUBBLICAZIONE, NON HO UN MANAGER … CHISSA’, FORSE UN GIORNO …

Allora, Antonella, a quando la tua prossima mostra? (Ehm, sarò invitata al vernissage?)

PER LE MOSTRE, ADESSO SONO IN ESPOSIZIONE SEMPRE ALLA CHIESINA DEL DUOMO IN VIA OBERDAN CON ORARI NON PRECISI PER VARI MOTIVI. IN SEGUITO, BHO’, VEDREMO! PER L’INVITO SEI SEMPRE LA BENVENUTA CARISSIMA LAURA!

Un grande augurio per i tuoi prossimi impegni, Antonella.
E grazie per aver scambiato due chiacchiere con noi!

Ti potrebbe interessare

“Faces” Alessia Modesti
“Facce di QU”, la mostra di fine stagione del Fattore QU
L’arte di insegnare
“Nella tana del QUniglio”, la nuova mostra del Fattore QU

Lascia un Commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi