11
Jul
2014
0

Dimmi che finale scegli e ti dirò quanto romanticismo hai

Nuvole grigie, vento sferzante e pioggia bloccano l’accesso all’estate, ma non per questo impediscono ai sogni di svolazzare liberi nelle nostre menti e nei nostri cuori.
Per giocare un pò su questo tema, vi propongo un piccolo racconto, una breve storia di quelle che spuntano all’improvviso nella mia fantasia e vengono alimentate dalla passione romantica.
Come conclusione, vi offro tre finali diversi. Scegliete quello che sentite più adatto al vostro carattere, umore, spirito o aspettative, così alla fine potrete valutare quanto romanticismo c’è in voi.
Badate bene: non è un test e non coinvolge la sfera della psicologia, della sociologia o di qualsiasi altra disciplina. Non ha nessun valore scientifico, ma è semplicemente un gioco e quindi pensate solo a divertirvi e a sognare.
Buona lettura!

La brezza leggera le accarezza dolcemente il viso e gioca con i suoi morbidi capelli di seta. Da dietro le lenti scure osserva la distesa azzurra del mare che si increspa in piccole onde. La pelle perfetta si lascia baciare dal sole, mentre il corpo giace disteso sul lettino in una posa sensuale. 
La natura si mostra davvero crudele, in questi casi. A chi concede tutto, a chi nulla. Accanto a cotanta bellezza, infatti, si accosta una ragazza con un corpo enorme che neanche l’enorme costume riesce a contenere. Si muove sgraziata e a fatica sulla sabbia, il viso coperto da macchie rosse, come i capelli, secchi e sciupati. 
Nel mezzo ci sono io, non troppo grassa, ma neanche magra. La mia pelle reagisce al sole o bruciacchiandosi, oppure continuando imperterrita a restare bianca come un lenzuolo. Con la salsedine, poi, i capelli sono indomabili. E anche se nascondo i miei occhi verdi con degli occhiali da sole, non è che perdo granché. 
Sono seduta sulla riva e mi diverto a tenere i piedi dove si infrangono le onde. Con le dita sto tracciando dei disegni sulla sabbia bagnata, mentre lascio libera la mente, senza badare a quello che succede intorno.
Un gabbiano lancia un grido acuto e non posso fare a meno di sobbalzare. Alzo la testa e lo vedo. Alto, atletico, ha ogni muscolo al posto giusto, abbronzato, cammina sulla spiaggia verso la mia direzione in compagnia di altri ragazzi. Sorride ed è bellissimo, non tanto per l’aspetto, ma per qualcosa di magnetico e di affascinante che emana dalla sua espressione. 
“Forse ha gli occhi storti!” mi viene da pensare contro la mia volontà. Ormai ho un meccanismo di difesa automatico, che mi protegge dalle delusioni mettendomi di fronte le peggiori ipotesi. 
Invece, in quell’istante, inciampa in una piccola pala, che un bambino sta usando per costruire un castello di sabbia, ed i suoi occhiali da sole volano via, andando a finire a metà strada tra me, la ragazza perfetta e l’altra enorme. 

FINALE A

Non riesco a muovermi, sono talmente rapita dal suo fascino che non mi accorgo di nulla. Non riesco a staccargli gli occhi da dosso, non sono più io. 
Mentre cerca i suoi occhiali, tra le risate dei compagni, osservo il suo viso con la barba leggermente incolta, i lineamenti delicati, gli occhi scuri, la pelle che ha tutta l’aria di essere profumata di buono…
La ragazza perfetta si è seduta con mossa felina fingendo di cercare anche lei gli occhiali e spostando il corpo verso di lui per mettersi in mostra. L’altra è seduta pesantemente per terra e con voce sgraziata chiede al ragazzo se si è fatto male. Lui risponde con gentilezza e le offre una mano per aiutarla a rialzarsi. Il suo corpo si tende come un arco nello sforzo, mentre la ragazza perfetta tenta di aiutarlo. Gli occhiali sono lì davanti a me. Li prendo e, non appena si rialza, glieli porgo, nonostante stia parlando con le altre. Non dico nulla, mi limito solo a guardarlo.
E lui fa lo stesso. 
Restiamo così ad osservarci, ma è come se ci conoscessimo già, come se sapessimo che ci saremmo incontrati. Tutto scompare. Le voci intorno sono lontane. Si sentono soltanto i nostri cuori che battono.  

FINALE B

Per un istante temo che mi cada addosso, anche se in fondo potrebbe essere piacevole tenerlo fra le braccia solo per un attimo. I suoi occhiali invece mi colpiscono in pieno volto e questo non è affatto piacevole.
Lui si china su di me, si scusa e mi ritrovo il suo viso a pochi centimetri dal mio. Profuma di menta e di cocco. I suoi occhi sono luminosi e mi lasciano senza fiato. 
La ragazza perfetta gli chiede se sta bene, poi si volta anche verso di me, per recitare al meglio la commedia. Il ragazzo mi aiuta ad alzarmi e si accerta del mio stato di salute. Forse dovrei fingere di star male per tenerlo qui con me. Ma io non voglio pietà e neanche la storia di una stagione. E questo tipo è troppo bello per una come me, ha l’aria di uno che la sa lunga e ci sa fare con le donne. Anche se a malincuore, preferisco lasciar perdere. Io sono troppo normale per poter aspirare a qualcosa di speciale. Lo ha capito anche la ragazza enorme, che mi guarda con rassegnazione. Le faccio un sorriso e mi stringo nelle spalle. Meglio stare con i piedi per terra!

FINALE C

Neanche per un istante mi sfiora l’idea che lui possa accorgersi di me. Infatti, nota subito la ragazza enorme, che salta subito agli occhi per le sue dimensioni, e, ovviamente, la tipa perfetta lì accanto, che si è seduta in una posa plastica degna di un animale da esposizione. 
L’attenzione generale è calamitata dalla scena bizzarra, mentre mi accorgo che gli occhiali del fusto sono caduti ai miei piedi. Ovviamente, solo i suoi occhiali potevano fare questa fine! Avrei una voglia matta di buttarli in mare, ma sarebbe un gesto meschino, infantile, dettato solo da frustrazione e gelosia. Sentimenti che non mi appartengono affatto. Ok, è un bel ragazzo e non ha gli occhi storti, come avevo pensato. E mi farebbe piacere attirare la sua attenzione, suvvia, siamo sincere! D’altronde, le ragazze dall’aria sfigata come me finiscono sempre nel dimenticatoio. 
Una mano mi sfiora mentre sono distratta da questi pensieri. Mi volto di scatto e lui si è chinato accanto a me, il suo viso è vicinissimo al mio… Mi sento mancare il respiro, il cuore mi batte a mille all’ora…
“Posso riavere i miei occhiali, per favore?” mi chiede con voce gentile. 
Ecco la fregatura! Ecco perché è qui accanto a me! Solo per i suoi stupidi occhiali! Era meglio se li avevo gettati in mare per davvero!
Invece mi stringe la mano e si avvicina pericolosamente… sempre più… sempre più…
Il ronzio insopportabile della sveglia mi riporta nel mondo reale. Non sono al mare e non c’è nessun bel ragazzo che mi sta per baciare. Anche se ci avevo creduto, era solo un sogno!

Allora, che ne pensate?
Avete scelto il vostro finale preferito?

Dunque, se avete scelto il finale A, siete delle/degli inguaribili romantiche/. Per voi la passione è essenziale e sognare è un diritto inalienabile, costi quello che costi… Beh, almeno nei sogni è giusto che sia tutto possibile e che si lasci libero sfogo al romanticismo. Attente/i però a non lasciarvi trasportare dalla passione nella realtà, che potrebbe riservare delle amare sorprese.

Se avete scelto il finale B, siete delle/dei romantiche/ci e avete una grande passionalità, ma sapete tenerla a bada con la ragione. Sbizzarritevi pure nei sogni e siate meno rigidi nella realtà, anche se spesso, visto come va il mondo, fate bene ad essere riflessivi e a non diventare preda degli istinti. Romantici con moderazione.

Se avete scelto il finale C, siete un pò lontani dal romanticismo, magari perché avete avuto delle delusioni o semplicemente per indole personale. Avete un forte senso di auto-critica, siete ironici e divertenti, ma siete consapevoli che i sogni sono ben distanti dalla realtà e non staccate mai i piedi da terra. Lasciatevi andare qualche volta e liberate quella passionalità che tenete nascosta. Non sempre, ma a volte i sogni possono diventare realtà.

Ti potrebbe interessare

“Il Diario di Giacomo” per “eLove Talent”
“Il Diario di Giacomo”: un estratto
Cercasi Principe Azzurro
“Storie di una wedding planner Collection #1”

Lascia un Commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi